CataniaRifiuti Zero Sicilia

Happyzzamu, il video della munnizza

Posted at 9 Maggio 2014 | By : | Categories : Catania,Rifiuti Zero Sicilia | 0 Comment

Happyzzamu, il video della munnizza
Tra vasche da bagno e materiale di risulta

<img class="alignnone size-medium wp-image-456" alt="Schermata 2014-05-09 a 16.36.04" src="http://www look these up.rifiutizerosicilia.com/wp-content/uploads/2014/05/Schermata-2014-05-09-a-16.36.04-300×92.png” width=”650″ height=”200″ srcset=”http://www.rifiutizerosicilia.com/wp-content/uploads/2014/05/Schermata-2014-05-09-a-16.36.04-300×92.png 300w, http://www.rifiutizerosicilia.com/wp-content/uploads/2014/05/Schermata-2014-05-09-a-16.36.04-1024×315.png 1024w, http://www.rifiutizerosicilia.com/wp-content/uploads/2014/05/Schermata-2014-05-09-a-16.36.04-200×61.png 200w” sizes=”(max-width: 650px) 100vw, 650px” />

E’ paradossale la situazione sull’Etna. Se da un lato il vulcano è considerato patrimonio Unesco, dall’altro a muntagna è lasciata a se stessa, deturpata con quintali di spazzatura. Il degrado è stato rappresentato ironicamente dall’associazione Etna Walk nel video realizzato domenica scorsa. Si balla la felicità sulle note di Pharrel, tra sacchetti, copertoni e carcasse d’auto

munnizza etna interna

Innumerevoli sacchetti di spazzatura, copertoni d’auto usati, ma anche intere carcasse d’automobili, materiale di risulta di costruzioni edili, vasche da bagno e scheletri di edifici mai completati. È questa spazzatura che fa mostra di sé sull’Etna, ad avere fatto da sfondo al video che l’associazione Etna Walk ha girato la scorsa domenica sul vulcano attivo più alto del mondo. Sulle note di Happy di Pharrell Williams si è ballato con umorismo tra la munnizza. Come avevamo anticipato non si tratta di un video promozionale in cui si esaltano le meraviglie naturalistiche di quello che dallo scorso anno è patrimonio dell’Unesco.

HAPPYzzamu – Etna from etna walk on Vimeo.

È l’ironia a caratterizzarlo. Come annunciava Giuseppe Distefano, il presidente di Etna Walk, perché: «seppure balleremo sulle note di una canzona festosa, non c’è proprio nulla da festeggiare». Tanti i partecipanti di tutte le età che, con un sorriso, hanno voluto denunciare lo stato di degrado della loro amata Muntagna.

Leave a Comment

You must be logged in to post a comment.